Verona

Casa Mazzanti

Verona

Verona non è solo l’Arena, famosa per il suo programma di opere liriche e non è solo la città di Giulietta e con essa di tutti gli innamorati – felici e non. Verona è, un tempo piazza del mercato, della frutta e verdura. Tutt’intorno palazzi di varie epoche e fogge, in bella mostra le case Mazzanti che si distinguono per gli affreschi cinquecenteschi che ancora oggi si possono ammirare, magari godendosi, al Bar Mazzanti uno dei migliori spritz della città. Verona era anche detta “urbs picta”-città dipinta- perché tanti erano i palazzi cittadini che avevano l’abitudine di abbellirsi con affreschi dai colori sgargianti.
Osservando le Case Mazzanti e i resti di superficie affrescata su molti altri edifici di Piazza delle Erbe, si può immaginare la meraviglia che coglieva chi entrava nella piazza nel XVI secolo, circondato da un turbine di colori e di storie che venivano raccontate dagli affreschi.
Si potrebbe trascorrere un intero pomeriggio a perlustrare la pizza e la sua storia: a nord la piazza è delimitata da bel barocco di Palazzo Maffei e subito accanto a torre del Gardello con il primo orologio a campana della città.
La torre dei Lamberti, non la più alta ma certamente quella più famosa delle torri cittadine, che durante il San Valentino – 14 febbraio – viene illuminata di “rosso amore”, che con i suoi 80 mt. di altezza offre dalla sua sommità il panorama veronese. La torre è stata per lungo tempo usata anche per scandire le esecuzioni delle condanne capitali, gli allarmi, i segnali di incendio, il raduno della milizia e l’arrivo di una pestilenza
Case affrescate, dimore merlate, colonne, capitelli e fontane che arricchiscono il cuore di verona.
L’arco della costa che segna l’ingresso a Piazza dei Signori e che con il suo osso penzolate ha dato origine a molte fantasiose storie e leggende cittadine.

Questo e molto altro vorremmo raccontarvi di Verona…seguiteci e vi faremo da guida cittadina

Next Post

Verona in Love

a.mason